Renacer : Tejidos de Paz

Le donne aiutano le donne a realizzare un futuro migliore punto dopo punto

Durata: Novembre 2018 – in corso

Contesto / bisogno:

Nel maggio 2017, un gruppo di insider e produttori di moda si è riunito a Copenhagen per discutere di alcuni aspetti allarmanti. Volevano discutere dei danni etici e ambientali prodotti dall’industria dell’abbigliamento.

In effetti, la moda è nota per avere problemi come: malasanità, inquinamento, sovrapproduzione, spreco.

“Renacer: tejidos de paz” è un progetto che mira a portare il valore della sostenibilità in ogni fase del processo produttivo di un marchio di abbigliamento colombiano a beneficio dei gruppi sociali più vulnerabili come le vittime dei conflitti armati e le popolazioni native colombiane.

La serietà della condizione dei diritti delle donne colombiane deve ancora essere pienamente compresa. Le donne colombiane subiscono una doppia vittimizzazione.

In primo luogo, sono ostaggi di un sistema patriarcale basato sul dominio e sulla discriminazione di genere storicamente insediati nel territorio colombiano. Inoltre, tale situazione di discriminazione è stata esacerbata dalla presenza del conflitto armato che riguarda lo Stato colombiano da quasi settant’anni. In tale contesto, la violenza sessuale contro le donne viene utilizzata come arma di guerra. Tutti gli attori armati statali e non statali si impegnano nella violenza sessuale contro le donne e che è “una pratica abituale, estesa, sistematica e invisibile”.

La violenza sessuale è ampiamente utilizzata dai paramilitari per esercitare un controllo sociale e territoriale sulle comunità: le donne devono rispettare determinati codici di condotta, altrimenti devono essere punite.

L’attività economica illegale continua ad alimentare il conflitto e l’aumentato rischio di una violenza sessuale economica. In risposta all’elevata richiesta di servizi sessuali da parte di gruppi armati, i cartelli del narcotraffico hanno aumentato l’attività di prostituzione e facilitato lo sfruttamento sessuale di donne, ragazze e bambini. In molte zone rurali, l’insediamento di attività minerarie è stato accompagnato dall’attività della prostituzione. Le giovani donne vengono riscattate o rapite dalle loro città e famiglie per essere portate nelle aree rurali e utilizzate come schiavi attorno alle miniere. Le reti criminali coinvolte in attività di estrazione illecite hanno anche trafficato donne e ragazze indigene all’interno e oltre i confini allo scopo di costringerle alla prostituzione. Nel 2017, il sistema dell’Ufficio del Difensore civico ha pubblicato 22 relazioni sul rischio elevato di violenza sessuale connessa al conflitto, tra cui due casi di traffico transfrontaliero di donne venezuelane. Quando la violenza è perpetrata da chi ha il mandato di proteggere la popolazione civile, gli effetti sono particolarmente pericolosi. In quel caso le donne sono lasciate senza autorità a cui possono rivolgersi per ottenere giustizia.

Le donne indigene e afro-colombiane, oltre a tutti questi fattori che hanno un impatto su tutte le donne, devono fare i conti con una realtà storica legata alla schiavitù, alla discriminazione razziale e agli anni di violenza accettata contro di loro.

La mancanza di un sistema efficace ed efficiente nell’amministrazione della giustizia per la protezione dei diritti delle donne colombiane peggiora la condizione di discriminazione basata sul genere e i rischi di ri-vittimizzazione. Molti ostacoli ostacolano l’accesso al sistema giudiziario: atteggiamenti patriarcali e razzisti del sistema sociale che influenzano la condotta di coloro che sono responsabili dell’amministrazione della giustizia, dell’intimidazione e della violenza nei confronti di giudici, avvocati e testimoni. La situazione di discriminazione e disuguaglianza produce effetti inevitabili sulle opportunità di lavoro. La Colombia presenta, sulla base degli Indici e indicatori di sviluppo umano (2015), nel 2014 un valore dell’indice di sviluppo di genere pari a 0,429, posizionandolo a 92 su un totale di 155 stati esaminati. Questa disuguaglianza di genere ostacola un autentico sviluppo delle potenzialità del paese. Il livello di disoccupazione tra le donne misura 11,6, mentre tra gli uomini è del 6,6%. La partecipazione delle donne al mercato del lavoro è di 55,8, contro i 79,7 degli uomini. Eppure, nonostante questi ostacoli, le donne colombiane continuano a parlare e chiedere diritti per verità, giustizia e riparazione e garanzie di non ripetizione.

Obiettivo Generale:

Questo progetto considera la sostenibilità da quattro diversi punti di vista.

  • In primo luogo, in termini di rispetto e sviluppo dei diritti umani universali, il progetto mira a formare e includere le donne vittime del conflitto armato colombiano, nel processo produttivo per creare migliori opportunità di lavoro e migliorare la loro qualità di vita.
  • La seconda dimensione della sostenibilità è collegata al supporto della produzione manifatturiera locale. Infatti, tutti i processi produttivi dell’azienda saranno mantenuti all’interno del territorio colombiano per contribuire a rafforzare l’industria tessile colombiana che è stata recentemente scoraggiata a causa di diversi accordi di libero scambio con la Cina e altri paesi.
  • Inoltre, l’altro aspetto principale della sostenibilità di questa collezione è l’inclusione dei prodotti nativi colombiani nel processo per sostenere le comunità indigene colombiane con l’introduzione dei loro tessuti e tecniche artigianali nella collezione. Questa pratica artigianale sarà promossa stabilendo un prezzo equo, nelle migliori condizioni di lavoro.
  • Infine, per realizzare questa collezione verranno utilizzati materiali e forniture sostenibili per ridurre gli effetti negativi delle fibre esistenti. L’uso di materie prime e fibre e l’eliminazione dell’uso di materiali ad alto impatto ambientale sono fondamentali per evitare ripercussioni negative sull’ambiente.

Obiettivi specifici:

  • Formare e includere le donne vittime del conflitto armato colombiano nel processo produttivo che consente la loro reintegrazione sociale a causa di migliori opportunità di lavoro, che miglioreranno la loro qualità di vita. La leadership del processo produttivo e la responsabilità della formazione professionale delle donne vittime saranno assegnate a una donna vittima del conflitto armato.
  • Sostenere la produzione manufatturiera locale
  • Utilizzare i prodotti nativi colombiani nel processo per sostenere le comunità indigene colombiane con l’introduzione dei loro tessuti e tecniche artigianali nella collezione.
  • Creare una collezione di abbigliamento mediante l’uso di un processo produttivo che eviti ripercussioni negative sull’ambiente.
  • Ampliare l’impatto del progetto organizzando corsi di formazione su misura per le donne vittime del conflitto, per fornire loro una fonte di reddito.

Partnership

Questo progetto sarà realizzato da HOPE in collaborazione con il marchio di moda colombiano LEDIEL.

Beneficiari

  • Donne vittime del conflitto armato colombiano:
    • una inclusione progressiva delle donne in base al volume del lavoro. Una prima stima è di avere 12 donne direttamente impiegate nei primi due anni del progetto.
    • 1 formatore più 20 tirocinanti, tutte donne vittime del conflitto

Comunità indigene colombiane: Embera, 40 persone in totale (beneficiari diretti e indiretti)

Risultati attesi

Breve termine:

  • includere due donne vittime del conflitto nella produzione della collezione e, allo stesso tempo, utilizzare i prodotti nativi colombiani nel processo.
  • Inoltre, per addestrare le donne vittime del conflitto sulla sartoria e produzione di vestiti.

A medio termine:

  • le donne passano dall’essere vittime del conflitto per diventare attori principali nelle loro comunità attraverso l’apprendimento di un lavoro che consente la loro reintegrazione sociale.

Lungo termine:

  • creare un sistema di mercato sostenibile per portare benefici diffusi alle comunità colombiane nei territori nazionali.


Sostieni il progetto:

  • tramite Paypal:

  • tramite il conto corrente di HOPE:

ING Belgique
IBAN: BE32 3630 6336 6302
BIC: BBRUBEBB
Causale: Renacer